Piccoli, grandi mondi surreali di Patrick Jacobs da The Pool NYC, Milano

© Patrick Jacobs, Blue Green Moonlight, 2011. Courtesy The Pool NYC

La galleria The Pool NYC, a Milano, ospita “Nocturne”, la prima personale italiana dell’artista americano Patrick Jacobs, visitabile fino al 29 febbraio 2020. Artista nato nel 1972 in California, Jacobs vive e lavora a Brooklyn, New York. Ha conseguito la laurea presso la University of West Florida nel 1994, oltre che un MFA presso la School of the Art Institute di Chicago nel 1999. Per la sua mostra a The Pool NYC, Jacobs ha presentato diverse serie di opere realizzate negli ultimi due anni, come i famosi Diorami, paesaggi iperrealisti da scrutare attraverso una lente, oltre ad altre opere grafiche e sculture della serie Les Fleurs du Mal. Continua a leggere

Stefano Romano, Giovanni De Lazzari | Fondazione Pini a Milano

© Giovanni De Lazzari

La Fondazione Pini presenta due mostre dedicate all’arte contemporanea, la prima di Stefano Romano dal titolo “Monumenti impermanenti”, la seconda intitolata “Giorni segreti” di Giovanni De Lazzari, entrambe esposte negli spazi in Corso Garibaldi 2. La prima mostra, curata da Gabi Scardi, sarà presente fino al 20 dicembre 2019 e vede esposte opere inedite dell’artista realizzate negli ultimi anni, in particolare fotografie, video e performance. I lavori di Stefano Romano, attivo tra l’Italia e l’Albania, indagano le numerose contraddizioni della società in cui vive. Partecipa in prima persona proponendo una realtà in cui è evidente l’instabilità tra un passato difficile, di cui gli stessi edifici portano ancora i segni, e un futuro confusionario, difficile da delineare. Questi temi sono presenti nel video, qui in anteprima assoluta, dal titolo Zanafilla che significa origine, in cui è portata in scena la vicenda del Teatro Nazionale e del Teatro Sperimentale di Tirana, che è in programma di essere demolito, nonostante le innumerevoli proteste dei cittadini. L’artista si domanda come un paese possa scrivere il suo futuro se è in grado di cancellare senza ripensamenti il proprio passato. Continua a leggere

Loredana Longo Creative Executions | Officine Saffi

© installation-creative-executions-loredana-longo-officine-saffi-3

Con “Creative Executions”, presso Officine Saffi a Milano (fino al 20 dicembre 2019), Loredana Longo conclude il ciclo di tre appuntamenti performativi che ha realizzato con la galleria nel corso dell’anno. Artista di origine siciliana, che vive e lavora a Milano, Longo opera con svariate tecniche espressive ed utilizzando materiali differenti, realizzando installazioni site specific, fotografie, video e performance, in cui il pubblico spesso viene coinvolto. Molteplici le mostre realizzate in Italia e all’estero in cui traspare la sua ricerca che parte da un’indagine personale per confrontarsi con la società esterna, definendone i temi sociali e indagando l’estetica della violenza e le sue risoluzioni formali. Continua a leggere

Letizia Cariello, Seven Gates | Galleria Fumagalli

© Letizia Cariello, Seven Gates

È visitabile ancora per pochi giorni la personale di Letizia Cariello, dal titolo “Seven Gates” presso la Galleria Fumagalli a Milano. La mostra, curata da Giorgio Verzotti, propone delle opere site-specic come delle finte finestre ognuna con la propria identità e rappresentazione stilistica. Disegnate a mano dall’artista su carta da lucido e innestate su dei chiodi, vengono completate da un filo rosso per delineare le inferiate, ad amplificare un senso di protezione non reale. Continua a leggere

Tre artisti per il Press Day di Domingo Communication

© T_YONG__CHUNG

In occasione della ventesima edizione di Domingo Communication Press Day, promossa dall’agenzia di comunicazione di Milano Domingo Communication, è stata presentata la mostra “EVIDENCE(D) High-Level Perception”, esposizione focalizzata sul connubio tra arte contemporanea e moda. L’esposizione è inserita in SUNDAYS – connessioni senza barriere, progetto incentrato sulle relazioni sociali nell’epoca digitale, utilizzando tecniche espressive trasversali, tra cinema, fotografia, letteratura e grafica. Tre sono gli artisti coinvolti nel percorso espositivo, Arthur DuffFabio Roncato e T-Yong Chung, con la collaborazione di Stefano ColettoMarignana Arte e Renata Fabbri, creando un’unica esperienza basata sul dialogo tra lo spazio, l’opera, gli abiti e il pubblico, coinvolto in prima persona. Il percorso si sviluppa attraverso un’ambiente esteso su tre piani, dove si è catturati da nuove forme espressive, stimolando una connessione che arriva a toccare tutti i nostri sensi, per un nuovo modo di percepire l’esperienza. Continua a leggere